Rimozione del motore - Registro Shovelhead Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rimozione del motore

Motore


Dopo anni di onorato servizio è ora di provvedere a dare nuova linfa vitale al nostro Shovelhead,affrontiamo il discorso per piccoli passi ed in modo che il lavoro possa essere effettuato in un'officina con una dotazione media di attrezzatura, cercando di semplificare le cose  e facendo il lavoro nel modo più economico possibile.

Per prima cosa estraiamo il motore dal telaio;per fare questo è necessario rimuovere la trasmissione primaria,gli scarichi,il carburatore,gli attacchi superiori tra cilindro e telaio,i quattro bulloni che fissano il basamento. Infine tutto ciò che può disturbare l'estrazione,il cavo di collegamento del piattello puntine (o accensione elettronica),il regolatore di tensione ed il relativo supporto(sarà necessario rimuovere anche il supporto cavalletto).

Il motore può ora essere rimosso inclinandolo verso l'esterno dalla parte destra del telaio. Molto utile procurare il supporto motore della Jims art.1006T, molto ben fatto e con l'incavo per il sensore dell'olio della pompa...

Cominciamo con una pulizia accurata della parte esterna del motore onde minimizzare la possibilità che della sporcizia penetri all'interno durante l'apertura. Spazzolate accuratamente le parti rimuovendo la polvere e la ruggine...



Procediamo ora con la rimozione delle aste dei bilancieri; fate leva con un cacciavite e rimuovete i coperchi superiori dei copriasta in modo da permettere lo scorrimento della parte inferiore verso l'alto. Aiutatevi con dei pezzi di fil di ferro per tenere sollevati i tubetti (vedi Regolazione Punterie Fig.1)quindi ruotate il motore in  modo da portare le punterie,a turno, nel punto più basso (cominciate da quella anteriore).

Accorciate l'asta il più possibile ed estraetela. Può capitare di avere difficoltà dovute alla punteria idraulica che rimane carica,in questo caso aiutatevi con un pezzo di legno appoggiato sul basamento del motore e fate leva con una pinza appuntita spingendo l'asta verso l'alto in modo da fare un poco di pressione sulla molla della valvola (oppure rimuovete l'asta quando avete allentato la testa).

Estratte le aste,rimuovete le linee olio tra il coperchio valvole del  cilindro posteriore ed il basamento e tra i due coperchi, quindi cominciate ad allentare i 5 bulloni delle teste  per piccoli decrementi di 1/4 di giro alla volta (in modo da stressare e deformare le teste il meno possibile). Armatevi di pazienza perchè i bulloni delle teste hanno una filettatura molto fine e ci vorrà un po' di tempo per rimuoverli. Se necessario aiutatevi con un martello di nailon per staccare le teste se si fossero incollate ai cilindri (non battete sulle alette ma sotto il coperchio dei bilancieri).

Rimosse le teste analizzate la superficie del piano per vedere come appoggiava la vecchia guarnizione e per notare dove si concentrano residui d'olio. All'interno, osservate i depositi carboniosi e le incrostazioni, per vedere se c'erano trafilaggi d'olio dalle valvole. Mettete comunque in preventivo una spianatura presso una rettifica (circa 60 euro per entrambe)


Rimuoviamo ora i blocchetti delle punterie, le punterie ed il cono dell'albero a camme:

allentiamo le quattro viti che permettono la rimozione dei blocchetti, (potrà essere necessario dare qualche colpetto con il martello in plastica) ed estraiamo la parte con le relative punterie.



Sfiliamo le punterie ed immergiamole completamente in un recipiente contenente olio motore pulito.

Procediamo alla rimozione del cono dell'albero a camme: per fare questo occorre dapprima rimuovere il piattello  con le puntine ed il blocco dell'anticipo meccanico sottostante (od il rotore nel caso dell'accensione elettronica nei modelli recenti od con parti aftermarket). Ora è possibile rimuovere il cono ed accedere alla scatola ingranaggi.




Togliamo l'albero a camme semplicemente sfilandolo e ispezioniamo i lobi per vedere eventuali tracce di butterature od usura della parte cementata. Contemporaneamente controlliamo anche i cuscinetti delle punterie per eventuali usure analoghe o giochi facendoli scorrere su un piano. Sfiliamo anche la valvola dello sfiato del carter, indicata dalla freccia nella fig. sotto.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu